Filetto di sgombro marinato con anelli di cipolla e semi di chia

Stacks Image 112

Ingredienti

  • Sgombro fresco
  • Cipolla
  • Vino bianco
  • Succo di limone
  • Aglio
  • Rosmarino
  • Erba cipollina
  • Menta
  • Salvia
  • Olio evo
  • Sale
  • Pepe
  • Semi di chia

Procedimento

1

Pulire e sfilettare lo sgombro

2

Triturare tre o quattro spicchi d’aglio (a seconda delle dimensioni e delle preferenze personali)

3

Preparare un trito di erbe aromatiche con aghi di rosmarino, erba cipollina e alcune foglie di menta e salvia

4

Preparare una marinatura con un bicchierino di bianco secco, il succo di un limone, un filo d’olio, l’aglio, le erbe aromatiche fresche triturate, sale e pepe a piacere.

Nota

Per un sapore più delicato, è possibile usare il succo d’arancia in luogo di quello di limone.

5

Tagliare una o due fette di una cipolla, separarne gli anelli e riservarli in una piccola ciotola.

6

Versare un paio di cucchiai della marinatura sugli anelli di cipolla e mescolare bene in modo da distribuirla uniformemente

7

Versare il resto della marinatura sui filetti di sgombro, coprire, e riservare in frigorifero per almeno un paio d’ore, girando se possibile i filetti dall’altro lato dopo circa metà del tempo. Al termine della marinatura, i filetti avranno assunto un colore molto chiaro per effetto dell’acidità.

Nota

Gli sgombri possono rimanere nella marinatura anche tutto il giorno o tutta la notte. Se i filetti di sgombro erano stati preventivamente congelati, possono essere scongelati direttamente mentre avviene la marinatura.

8

Tagliare il filetto di pesce a pezzetti prima di servirlo per facilitarne la masticazione

Nota

In alternativa, è possibile prima della marinatura rimuovere la sottile pellicina trasparente che ricopre la pelle dello sgombro. A tale scopo è necessario effettuare un piccolo taglio sulla pelle a una delle estremità del pesce, afferrare la pellicina e tirare con delicatezza per rimuoverla.

9

Distribuire gli anelli di cipolla marinata sul filetto di sgombro e completare con una spolverata di semi di chia e un filo di olio extravergine di oliva.

Nota

Questa preparazione risulta generalmente molto gradita a chi non apprezza il sapore più marcato del pesce azzurro. La marinatura in ambiente acido è infatti in grado di abolire quasi completamente il sapore originale del pesce. La stessa procedura può essere seguita anche con alici, sardine o aringhe.

Dr. Stefano Vendrame
Nutrizionista, Fulbright Alumnus,
Ph.D. Scienze della Nutrizione

Appunti di cucina

Questa ricetta fa parte del progetto

#PesceAzzurro

Impariamo a cucinare col pesce migliore di tutti, per profilo nutrizionale, protezione dai contaminanti e sostenibilità…

I nostri progetti


Cosa è andato storto nella nostra dieta e come rimediare
Stacks Image 462
Gestione dello Stress
Probiotici e Fermentati
Erbe Selvatiche in Cucina
Cucinare con le verdure crude

Stacks Image 508
Da più di dieci anni, le intramontabili Domande al Nutrizionista. Segui il nostro canale su YouTube!

Stacks Image 516
Vuoi studiare nutrizione in modo più sistematico? Segui il videocorso gratuito Nutrition Steps.

Stacks Image 523